Crea sito

Archive for Informatica

Internet Explorer ha aiutato la cyberpolizia di Ben Ali

Internet Explorer ha aiutato la cyberpolizia di Ben Ali

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca su OK!

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

Hackati account di Apple App Store e iTunes

Un developer Vietnamita, Thuat Nguyen, è riuscito ad Hackare piu di 400 accounts di App Store e iTunes per gonfiare le vendite delle proprie App per prodotti Apple.

Il developer una volta entrato negli account effettuava degli acquisti presso il suo App Store, chiamato Nguyen’s apps, con lo scopo di portare le sue App in vetta alle classifica delle vendite di App Store.

Diversi utenti hanno lamentato degli addebiti che variavano dai pochi centesimi a 500/600 euro, ma per scoprire la frode ci sono voluti 2 developer che , prioprio come Nguyen, creano applicazioni per App Store.

I due programmatori hanno notato che le loro applicazioni stavano perdendo posizioni in classifica a discapito di quelle di Nguyen che fino a poco tempo fa non compariva nemmeno nella Top50 della classifica.

Scoperta la Frode il Nguyen’s apps è stato definitivamente bannato da AppStore, attualmente si stanno svolgendo le indagini su quanto accaduto.

Questo è l’ultimo dei tanti casi di frode che avviene per via telematica.

Apple ha inoltre dichiarato che presto verranno messe appunto nuove “regole” per vitare frodi simili….nell’attesa, però, meglio mettersi al riparo seguendo alcune “regole” per incrementare la sicurezza del proprio account:

  • Usate una Password abbastanza lunga e che contenga numeri e caratteri speciali (se non l’avete di questo tipo cambiatela);
  • Controllate sempre il vostro carrello della spesa e tenete d’occhio i vecchi acquisti che avete fatto tramite App Store e iTunes, per vedere se ci sono eventuali attività sospette;
  • ùqualora ci dovessero essere delle attività sospette rivolgetevi immediatamente ad Apple e alla banca tramite la quale vengono effettuati i prelievi per l’acquisto delle varie Apps

E appena nato Google Buzz – Il Social Network targato Google

Con la quantità di comunicazioni che oggi avvengono online, il web diventa sempre più sociale. Su Internet è possibile condividere informazioni interessanti, aggiornare gli amici in tempo reale su numerose attività e rimanere connessi con il maggior numero di persone. In Google crediamo che organizzare l’informazione sociale presente sul web, trovando ciò che é più rilevante tra i tanti messaggi di fondo, sia un’attività interessante cui dedicarsi.
Per questo abbiamo introdotto innovazioni nel motore di ricerca americano, come “real time search” e “social search” e oggi facciamo un altro passo in avanti presentando a tutti voi Google Buzz.

Google Buzz è un nuovo modo di condividere aggiornamenti, foto, video e altro ancora direttamente da Gmail e con i vostri contatti preferiti, sfruttando la rete sociale che da sempre è alla base della vostra casella di posta elettronica. Buzz porta in superficie questa rete, selezionando i contatti con cui vi relazionate più frequentemente ma lasciandovi decidere con chi e cosa condividere.

Questo progetto nasce dal desiderio di creare un’esperienza di condivisione facile da utilizzare e in cui integrare foto, video e link utili per renderla ancora più ricca.

Nei prossimi giorni introdurremo Buzz in tutti gli account Gmail, se non doveste vederlo immediatamente non dovete far altro che attendere un po’.

Oltre a Gmail, Buzz è accessibile da device mobili, che permettono di aggiungere un elemento importante alla condivisione: la posizione geografica. I post taggati con informazioni geografiche hanno una dimensione di contesto in più e vi permettono di rispondere automaticamente alla domanda: “dov’eri quando hai condiviso questo aggiornamento?”


Inoltre, quando vengono visualizzati insieme, gli aggiornamenti legati ad un certo luogo geografico possono dipingere un’immagine piuttosto ricca di quella località. Date un’occhiata al blog mobile di Google se volete maggiori informazioni su questa funzionalità.

Chiaramente per realizzare Buzz ci siamo affidati molto all’apertura di altri servizi, come Flickr e Twitter, che attraverso Buzz puoi collegare al tuo account Gmail. Buzz stesso non è un progetto nato per essere chiuso; infatti mentre i nostri sforzi fino ad ora si sono concentrati nel darvi una fantastica esperienza di utilizzo del servizio, il nostro obiettivo a lungo termine è quello di rendere Buzz una piattaforma di conversazione online completamente aperta.

Siamo già al lavoro per creare un set di API completo per gli sviluppatori, anche se al momento abbiamo una semplice API che utilizza protocolli standard per accedere al contenuto pubblico di Buzz. Di certo avremo presto novità da comunicarvi a questo proposito e anche per quanto riguarda un eventuale utilizzo del servizio su Google Apps per scuole e aziende.

Per ora ci auguriamo che possiate divertirvi utilizzando questa nuova esperienza di condivisione su Gmail e dispositivi mobili. Se volete saperne di più, visitate buzz.google.com e come sempre, attendiamo i vostri suggerimenti sul progetto.

Google Buzz per dispositivi Mobili:

Fonte | GoogleItalia

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Facebook contro Google per la Posta Elettronica

A quanto pare ci saranno grandi rivoluzioni sia da parte di Google che da parte di Facebook che intendono darsele di santa ragione per avere i servizi piu efficienti ed utilizzati di tutto il web.

Facebook con l’uscita della nuova skin che ora vedete in tutte le home, ha annunciato che a breve lancerà un nuovo servizio di mail tutto suo, ovvero targato Facebook e che avrà come nome Titan.


Questa cosa non è andata per niente giù al colosso Google, perchè se così fosse , vista la grande popolarità di Facebook, questa mail diventerebbe una valida alternativa a GMail.

Al momento Facebook è l’unico vero rivale di Google, ovvero l’unico che si può permettere di sfidarlo vista la grande quantità di utenti che usano Facebook come Social Network..utenti che sono in costante aumento..

Per non rimanere indietro il team di Google ha messo  a punto un piano per migliorare GMail e fare addirittura meglio di Facebook, l’obiettivo è quello di aggiungere un Social Network dentro GMail.

L’idea è appunto quella di permettere la condivisione di video/immagini dentro GMail, sfruttando i servizi piu redditizi di Google: YouTube e Picasa.

Come andrà a finire?? 

Intanto Google ha già lanciato il suo Social Network, Google Buzz, leggi l’articolo

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Rilasciato uTorrent 2.0 beta

E’ stato rilasciato da qualche giorno il nuovo aggiornamento di uTorrent giunto ormai alla versione 2.0 Beta.
Beta indica che non è ancora la versione definitiva, quindi potrebbe darvi qualche errore o andare in crash..

Questa  nuova versione presenta molte novità davvero importanti sul piano del download e della connessione, infatti nell’ultimo aggiornamento pare che sia stata implementata un altra parte di protocollo proveniente da BitTorrent, ma le novità non consistono solo in questo, infatti è stato messo appunto un nuovo protocollo chiamato UTP che dovrebbe risolvere gran parte dei problemi legati alla navigazione sul web quando si usa uTorrent.

Il protocollo UTP viene descritto come una variabile del comunissimo protocollo UDP, ma con diversi cambiamenti che aiuteranno sia noi utenti che usiamo uTorrent e sia gli ISP.

Con il protocollo UTP noi utenti non avremo più rallentamenti durante la navigazione, non so se ci avete mai fatto caso, quando si scarica con uTorrent la navigazione si appesantisce molto, con questo nuovo protocollo questo problema dovrebbe essere risolto.

Gli ISP invece non avrebbero piu problemi legati alla banda da assegnare ad ogni singolo utente.

Entrambi i vantaggi derivano da una sola novità di questo protocollo, ovvero un nuovo sistema per l’identificazione delle congestioni di rete.

Congestione (tratto da wikipedia):


Nelle reti di trasporto, telefoniche, di calcolatori a commutazione di pacchetto) si ha congestione quando il traffico offerto alla rete è vicino o superiore alla capacità della rete.
Questo comporta la formazione di code in vari punti della rete, dove i veicoli (o i pacchetti) che attraversano la rete subiscono un ritardo, che può arrivare ad essere la componente principale della durata del percorso.
Una situazione di congestione può portare la rete a non potere smaltire una parte del traffico offerto, ovvero a non fornire il suo servizio ad una parte dei suoi potenziali utenti. Questo può verificarsi in diversi modi a seconda del tipo di rete:

In questa maniera  viene ridotto di molto il consumo di banda e chi ci va a guadagnare siamo tutti.

Prima di scrivere questo post ho voluto provare per un giorno se quanto detto era vero..in molti parlavano di rallentamenti sui download,Vi assicuro che non c’è nessun rallentamento, inoltre la navigazione è migliorata.
Possibili rallentamenti, se ci saranno, avverranno nella zona upload, ovvero nella banda che noi diamo agli altri per scaricare..e comunque saranno sempre minimi.

Oltre a questa grande innovazione nella nuova versione di uTorrent troverete altri piccoli cambiamenti quali:

Lingua italiana disponibile dal primo momento, ovvero dopo l’installazione, risolto quindi il problema che per avere uTorrent in lingua italiana bisognava aggiungere un pack prelevabile dal sito di uTorrent;

E inoltre possibile aggiungere temi al programma:

Per aggiungere i temi non dovete far altro che scaricarli dal web e posizionarli nella cartella uTorrent nel seguente percorso:

C:\\: \ Users \ NomeUtente \ AppData\Roaming\uTorrent

Download uTorrent

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.